Temperatura Sharm el Sheik: quando partire?

La temperatura a Sharm el Sheik è alta e calda durante tutto l’arco dell’anno. Fortunatamente però anche le temperature più elevate, sono meglio sopportate per via del bassissimo tasso d’umidità. Il clima è di tipo equatoriale asciutto. La mancanza, quasi assoluta, di precipitazioni, rendono la temperatura di Sharm più accettabile.

La temperatura media estiva di Sharm oscilla tra i 35° C e i 40°C, mentre in inverno la temperatura è intorno ai 20°C – 25°C. Nel Canale di Suez e nel Golfo di Aqaba si concentrano le massime temperature, 45 gradi, e le minime, 15 gradi.

Clima del Mar Rosso

La temperatura delle acque del Mar Rosso è perlopiù costante e questo permette di fare il bagno di qualsiasi periodo dell’anno, e risulta più piacevole nei mesi compresi tra l’estate e Natale. La temperatura media dell’acqua a Sharm va dai 20°C ai 29°C e quindi è possibile fare il bagno nella barriera coralline durante tutto l’anno; oscilla tra i 14°C e i 23° C nei primi tre mesi dell’anno, gennaio, febbraio e marzo; ad aprile e maggio e ad ottobre e novembre la temperatura Sharm si aggira tra i 22°C e i 28°C. In estate si raggiungono tranquillamente i 40°C.

Offerte Sharm el Sheikh

Le offerte sono proposte durante tutto l'anno ed è facile trovarne sia per Natale che durante l'estate. Il periodo scelto da molti turisti per visitare Sharm è quello primaverile quando è possibile fare il bagno nella bellissima barriera corallina, senza dover soffrire troppo il caldo.

Di seguito vi suggeriamo i link dei siti in cui trovare interessanti offerte:

  • La sezione Offerte di Lastminute.com presenta i migliori pacchetti vacanza a prezzi speciali. E' possibile selezionare uno dei pacchetti vacanze proposti oppure utilizzare il motore di ricerca in modo da trovare la tua vacanza ideale.
  • Francorosso propone delle offerte davvero interessanti, pur garantendo l'elevato standard di qualità nei servizi offerti. Francorosso è parte del Gruppo Alpitour.
  • Last Minute Tour è il sito delle prenotazioni di viaggio online e propone delle soluzioni interessanti per l'Egitto.
  • Sul sito Eden Viaggi è possibile visualizzare le migliori offerte del momento. Tra le proposte pacchetti vacanza in pensione completa in uno dei villaggi Eden con o senza volo aereo.
  • Il portale di viaggi Opodo presenta le offerte permettendo all'utente di effettuare una ricerca in base al luogo di partenza, la destinazione, la data ed il prezzo.

La nuova apertura turistica di Sharm

La meta di destinazione di Sharm el Sheick aveva subito una forte contrazione per via della diffida di trascorrere una vacanza da queste parti per l’instabilità politico-sociale presente, il che sconsigliava ai turisti di recarsi in questa zona per motivi di sicurezza. Tale “imposizione” è decaduta lo scorso 17 luglio del 2014, quando è stato eliminato lo sconsiglio di recarsi a Sharm con la conseguente riapertura della meta turistica e del Mar Rosso, una delle destinazioni preferite dai turisti. Gli addetti ai lavori hanno salutato con grande entusiasmo questa notizia, tanto che hanno dichiarato che la località egiziana potrà essere il vero boom del 2015, tornando ai numeri da capogiro che negli anni passati aveva fatto diventare Sharm uno dei posti più visitati al mondo.

Da dove nasce l’instabilità politica e sociale in Egitto?

Da tempo la località egiziana era sconsigliata ai turisti ma tuttavia alcuni appelli dei terroristi dello Stato Islamico, raccolti nella sigla ISIS, non cessano di finire. Uno degli ultimi proclami recita di far arrivare la lotta da Il Cairo proprio a Sharm el Sheick, per incutere terrore ai turisti stranieri ed ebrei. Nel Marzo del 2014, la Farnesina si era mossa in prima persona, attraverso il sito “viaggiare sicuri”, per consigliare ai turisti italiani di abbandonare la località per il deterioramento delle condizioni di sicurezza; la stessa misura era stata presa in precedenza anche dai Governi della Germania, dell’Olanda e dell’Inghilterra. L’allarme era stato lanciato sull’intera Penisola del Sinai, dove appunto è situata anche la località turistica. La Farnesina aveva lanciato parole alquanto chiare sui pericoli di attentati terroristici su tutta la zona, come quello che aveva colpito Taba; l’attentato era stato rivendicato da Al Maqdis, un gruppo islamico legato espressamente ad Al Qaida. La tensione era salita alle stelle con la risposta delle forze governative che avevano lanciato un raid contro i terroristi. La zona di Sharm e tutte le spiagge del Sinai già in passato erano state colpite da attentati, soprattutto nel biennio 2004-2006. Nel luglio del 2005 fu colpita proprio la spiaggia egiziana più famosa al mondo in una strage dove morirono 88 persone, delle quali sei italiane. Da non dimenticare poi l’attacco all’Hotel Hilton di Saba di un anno prima dove morirone 23 persone, comprese le sorelle Rinaudo. Un’escalation di stragi che aveva portato la Farnesina a far rientrare tutti i connazionali in Patria.



Ultimi aggiornamenti


Contatti

Per contattare la redazione del sito Travel scrivere all'indirizzo email lavacanzafaidate@gmail.com

 


Iscrizione newsletter

Abbonati ai FEED

Clima Africa



 
www.lavacanzafaidate.com di Laura Perconti - email lavacanzafaidate@gmail.com -