Capo Verde è un arcipelago di dieci isole di origine vulcanica site tra i tre continenti su cui si affaccia l’Oceano Atlantico. L’arcipelago fa parte del continente africano ed è considerato uno dei luoghi ancora incontaminati sulla terra; si trova a circa 500 km dalle coste del Senegal, di fronte alla parte più occidentale dell’Africa. Organizzare le proprie vacanze a Capo Verde significa vedere e toccare con mano uno degli aspetti più potenti e selvaggi del continente.

Le spiagge di Capo Verde

L’arcipelago di Capo Verde presenta delle spiagge di sabbia bianca ancora incontaminate, una bellissima fauna marina e una vegetazione ricca e verdeggiante grazie al clima di tipo tropicale; è considerato una delle mete preferite dai turisti, che possono beneficiare: di isole dall’indiscusso patrimonio naturale, villaggi multicolore abitati da persone cordiali, bellissimi e ricchi fondali marini, una cucina ricca e gustosa e tanto sole.

Costituiscono quindi uno dei motivi che più giustificano l'incremento del numero di vacanze a Capo Verde.

Ogni isola ha caratteristiche definite. Ad esempio, chi vuole godersi il mare, non può non recarsi a Sal e a Boavista. Le isole condividono un paesaggio quasi desertico – almeno vicino all'acqua – e delle spiagge bianche e bellissime.

L'isola di Santo Antao, invece, colpisce con il suo rigogliosissimo verde: la natura qui è veramente incontaminata e selvaggia.

A Fogo, invece, si può notare la potenza dei Vulcani che svettano oltre gli alberi.

Altra meta dovrebbe essere Santiago, una terra pregna della storia del colonialismo e della schiavitù.

Uno sguardo alle strutture turistiche

Le isole che compongono l’arcipelago di offrono molteplici tipologie di sistemazione. Sull’isola di Sal vi sono diversi villaggi turistici con formule all inclusive dotati di tutti i comfort ed i divertimenti; l’isola di Boa Vista con oltre 50 km di spiagge meravigliose propone soprattutto hotel (vi sono però anche i resort di grandi T.O. come Columbus); mentre l’isola di Santiago e le altre isole minori offrono strutture più semplici in cui è più diretto il contatto con i capoverdiani.

Le attività

Sicuramente, nell'ambito delle vacanze a Capo Verde, una delle primissime cose da fare una volta raggiunta la propria isola è quella di immergersi nelle acque cristalline e godersi il mare.
Esistono moltissimi diving gestiti da veri appassionati del mare tramite i quali organizzare immersioni di vario tipo e in diversi ambienti. È quasi banale dire che la fauna e la flora che vi si presenterà sarà mozzafiato.

Ma per quello che riguarda lo sport c'è molto da fare in quasi tutte le isole. A Boa Vista, ad esempio, è presente Quad Land, ovvero la possibilità di girare in enormi quad fra le due dell'isola.
A Santo Antao è presente un vulcano estinto – il Cova – di cui è possibile visitare il cratere. La passeggiata nella montagna richiede di certo un minimo sforzo ma lo spettacolo è davvero interessante.

Dove prenotare

Per organizzare la propria vacanza a Capo verde è possibile seguire due strade: affidarsi ad un tour operator ed acquistare un pacchetto vacanza oppure utilizzare il fai da te.

Per quello che riguarda la prima opzione, anche sul web si trovano offerte interessanti. Il sito Bluvacanze.it, ad esempio, è possibile acquistare un pacchetto per l'isola di Boa Vista, sette notti, a circa 500€. Tui, il portale del last minute, mette a disposizione un'offerta all inclusive (con tanto di transfer da e per l'aeroporto), sette giorni, a partire da 1700€ per due persone.

Se, invece, si vuole percorrere l'altra strada, un'ottima risorsa è Liligo.it che permette di trovare buoni voli a basso costo ma anche di cercare, sempre all'interno dello stesso portale, strutture alberghiere a basso costo.

Vacanze al mare coi bambini

Per chi lavora tutto l'anno e in vacanza desidera tutti i comfort, è opportuno prenotare in un albergo piuttosto che in un residence dove ci si dovrà invece gestire da soli. Se si decide per un meta italiana, si può far cadere la scelta in una delle tante strutture dedicate ai bambini. Sono molti gli alberghi che accettano esclusivamente famiglie con bambini e sono provvisti di tutto il necessario anche per i più piccini: dal fasciatoio per il cambio, al servizio baby parking, alla cucina aperta 24 ore su 24 a disposizione delle mamme per scaldare pappe e latte.

Per chi decide di optare per l'estero ci sarebbe la possibilità di prenotare in villaggi ricchi di animazione per i bambini, ma difficilmente si trovano veri e propri “habitat” per i neonati. In alcuni paesi, come ad esempio la Francia, si può prenotare il cosiddetto “studio”: una camera con un angolo cottura arredato di un paio di piastre, un piccolo frigorifero, stoviglie e lavello. La pulizia del cucinino è di chi la usa; il resto, così come la sistemazione della stanza, sarà compito del personale di servizio dell’albergo.

Per una vacanza coi bimbi all'estero è bene scegliere un posto dove si conosca la lingua, non troppo lontano e assolutamente non rischioso, non solo per determinate malattie, come la malaria e la febbre tifoide, ma anche per la diarrea, fenomeno che colpisce ogni anno il 20% dei turisti che si recano in posti esotici. Se si opta per un Paese “a rischio”, va consultato il pediatra e poi sarà opportuno: bere solo acqua minerale; evitare il contatto diretto con l’acqua del rubinetto; cuocere bene gli alimenti e non mangiare uova crude o latte non pastorizzato. In qualunque località si decida di andare, mai portare il bambino al mare durante le ore più calde della giornata; evitate dunque il sole di mezzogiorno, preferendo la mattina e il tardo pomeriggio.

Cosa mettere in valigia

La valigetta del Pronto Soccorso dovrà invece contenere: termometro (sia quello per misurare la temperatura corporea, che per controllare la temperatura dell’acqua); gocce o supposte di paracetamolo (es. tachipirina) da utilizzare in caso di febbre; pomata antistaminica per eventuali punture di insetti; soluzione fisiologica per la pulizia del nasino; garze sterili; riequilibratori della flora batterica intestinale; crema solare; crema dopo-sole; cerotti; disinfettante; salviette umidificate; pannolini; crema all’ossido di zinco. Oltre alla crema solare, infine, in spiaggia bisogna portare dei pannolini (da mettergli dopo la doccia), bevande (succhi di frutta, acqua, tisane), e se mangialì, il pasto o comunque qualcosa da sgranocchiare.

Le proposte del web per le famiglie

Anche in questo caso il web viene in soccorso degli utenti. Vi segnaliamo siti interamente dedicati alle vacanze con bambini, dove reperire informazioni utili e idee di viaggio.

Quanto Manca? è un portale che offre informazioni utilissime su come organizzare il viaggio, preparare i bagagli e coinvolgere i più piccoli. Nelle sezioni Organizzarsi e ABC viaggio sono proposte le regole fondamentali per organizzare al meglio le ferie in famiglia.

Parks e ParksMania sono i siti dedicati ai parchi naturali e dei divertimenti presenti in Italia. A seconda dell'età, queste mete possono essere l'ideale per le vacanze con bambini.

Il portale Zainetto Viaggi si occupa di soggiorni per bimbi da 6 a 10 anni e vacanze ragazzi 11-13 anni e 14-16 anni. Tante le offerte per destinazioni in Italia e all'estero.

Strutture vacanze per famiglia

Questo tipo di strutture devono garantire una serie di standard qualitativi per offrire giorni di riposo, flessibilità di orari e soprattutto servizi e spazi dedicati ai più piccoli: per questo servizio le strutture hanno a disposizione esperti in animazione che seguono i piccoli tutto il giorno, a partire dalle ore di gioco durante la mattina sui prati o in spiaggia, fino alle ore dei pasti.

Le strutture dedicate alle vacanze per famiglia necessitano anche di un'ampia flessibilità a livello di servizio di ristorazione, in quanto devono soddisfare le esigenze più disparate: infatti solo per soddisfare il menù dei bambini bisogna inventarsi ogni giorno qualche ricetta adatta a loro.

Trovare la struttura giusta

Una volta pianificata una vacanza per tutta la famiglia, bisogna riuscire a trovare la struttura che faccia al caso vostro: oltre a rivolgersi ai tour operator o alle agenzie di viaggio, è bene cercare su internet dove è possibile trovare l'esperienza di migliaia di utenti che hanno già sperimentato strutture di questo tipo.



Potrebbe interessarti

Temperatura e clima a Sharm el Sheik: quando partire?

Il clima è di tipo equatoriale asciutto. La mancanza, quasi assoluta, di precipitazioni, rendono la temperatura di Sharm più accettabile.

Leggi tutto...

Il Clima alle Bahamas: cosa mettere in valigia?

Le Bahamas sono uno stato insulare che appartiene all'America Centrale. L'arcipelago è formato da più di 700 isole di forma e grandezza diversa, a poca distanza da paradisi quali Cubai Caraibi e la Florida.

Leggi tutto...

Isola del Giglio: ecco cosa vedere per una vacanza da sogno

L’Isola del Giglio è la seconda isola per estensione dell’Arcipelago Toscano. La sua superficie di 21 km2 e il suo clima mite, la rendono una méta turistica ideale tutto l’anno, grazie alla ottima qualità ricettiva e, soprattutto, alla possibilità di soggiornare scegliendo tra differenti opzioni (ci sono, ad esempio, numerose opportunità di affitto di appartamenti a prezzi vantaggiosi, che permettono di avere la massima libertà di movimento ed orari come a casa propria, godendosi a pieno la vacanza sull’isola soprattutto nei giorni di festa o durante le manifestazioni e gli eventi locali).

Leggi tutto...

Come organizzare una crociera sui Fiordi Norvegesi

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Località e luoghi da visitare in Norvegia


Per organizzare una crociera sui fiordi norvegesi c’è innanzitutto da capire il giusto itinerario, scegliendo tra le molte promozioni offerte dalle compagnie marittime, quella più vicina alle proprie esigenze.

Inoltre bisogna tenere in considerazione la durata della vacanza, in quanto si tratta di un territorio estremamente ampio in cui le crociere più lunghe, che arrivano molto a nord nelle prossimità del Circolo Polare Artico, possono durare anche due settimane.
Tra i luoghi più belli da visitare ci sono assolutamente i fiordi norvegesi di Geiranger, nota per ospitare la via dei Troll, una valle magica con un paesaggio surreale ed emozionante.

Non può assolutamente mancare una gita ai fiordi di Oslo, la capitale, che con le sue moltissime isole è un luogo perfetto per passare qualche giorno contemplando la calma di questi posti unici al mondo, o per scendere e fare una passeggiata in una delle varie cittadine in uno stile tutto scandinavo.

Per i più coraggiosi segnaliamo anche Pulpit Rock (il suo nome originario sarebbe Preikestolen), una roccia che cade a picco sul fiordo di Lyse che con i suoi 600 metri di altezza consente di godere di un panorama incredibile.
Non essendoci nessun tipo di protezione è un itinerario particolarmente suggestivo ma, assolutamente non adatto per chi soffre di vertigini.

Quando partire?
Il periodo preferito per una crociera alla conquista dei fiordi norvegesi è sicuramente periodo estivo, quando il ghiaccio e le temperature polari si defilano lasciando il posto all’incredibile spettacolo tratteggiato dal risveglio della natura nordica. Partire da maggio a settembre assicura un clima mite e giornate calde e notti fresche, ideali per dormire serenamente.
Ovviamente non bisogna confondere il periodo estivo della Norvegia con quello italiano, quindi è raccomandabile preparare un abbigliamento adatto, con vestiti adeguati sia a calde e soleggiate giornate di bel tempo, che a quelle più fredde e soprattutto ventose.

L’ideale quindi è partire in estate ma prepararsi con abiti primaverili, che possano essere tolti con facilità in caso di sbalzi termici, oltre a una reflex di buona qualità immancabile per immortalare i paesaggi di rara bellezza che solo questo spicchio di paradiso sa regalare ai fortunati visitatori!

Safari in Sudafrica: ecco quando organizzarlo

Una delle mete più visitate da europei ed italiani negli ultimi anni è il Sudafrica, in cui poter ammirare la combinazione tra la bellezza ed il fascino della natura selvaggia, propria del Continente Nero, con la comodità ed alcune caratteristiche tipiche dell'Occidente. Infatti, questo Paese, posto alla punta meridionale dell'Africa, riunisce elementi naturali, paessaggistici e culturali variegati ed unici. E tutto ciò rende tale angolo di mondo una meta interessante sia per gli studiosi che per i turisti.

Leggi tutto...

I più condivisi

Clima Canarie: cosa mettere in valigia?

Con questa denominazione si intendono le isole La Palma, El Hierro, La Gomera, Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura e Lanzarote. 

Leggi tutto...

Isole dei Caraibi, un viaggio nel Paradiso

Quanti di noi hanno sognato una vacanza rilassante in una delle affascinanti e bellissime isole dei Caraibi? Su un campione ipotetico di cento persone, molto probabilmente la quasi totalità sogna di passare una vacanza in una di queste isole, dove riposare corpo e mente, lontano anni luce dalla realtà quotidiana.

Leggi tutto...

Clima Cuba: ecco come preparare le valigie!

ll clima di Cuba è di tipo subtropicale, più temperato rispetto ad altre isole caraibiche e presenta inverno secco ed estate umida. La stagione secca si sviluppa tra novembre e aprile, mentre la stagione umida va da maggio a ottobre.

Leggi tutto...

Il Clima in Cina: informazioni su meteo e temperature

Il clima della Cina è molto vario a causa della grande estensione del paese. In generale, possiamo affermare che le differenze climatiche possono raggiungere i 30° tra le regioni meridionali e quelle settentrionali. Allo stesso modo variano le temperature e le precipitazioni che raggiungono nel centro-sud 1.500 mm all'anno, mentre solo 50 mm all'anno nel Nord-Ovest.

Leggi tutto...

In vacanza tra le isole greche: ecco alcuni consigli

La vacanza estiva in Grecia è una tra le preferite da tanti viaggiatori italiani. Del resto come non appassionarsi alle tante piccole isole del mar Egeo o alle numerose città ricche di storia e di tradizioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Palma de Maiorca: spiagge fuori dal comune!

Maiorca è la maggiore tra le isole Baleari. Conta ben 750.000 abitanti, molti dei quali vivono nel capoluogo: sono in molti a scegliere le spiagge di Palma de Maiorca come destinazione per le vacanze, soprattutto nel periodo estivo; è facilmente raggiungibile dall'Italia e consente di trascorrere una vacanza tra bellezze naturali e culturali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vie ferrate delle Dolomiti di Brenta: ecco qualche consiglio utile

Si trova in provincia di Trento l’unico gruppo dolomitico che sorge ad ovest del fiume Adige. Si tratta delle Dolomiti di Brenta, una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali, che si sviluppa per circa 40 km da nord a sud e per circa 12 km da est a ovest all’interno del parco naturale Adamello-Brenta.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Clima USA: 9 aree climatiche negli Stati Uniti d'America

L'America, così come tutte le grandi nazioni, presenta un'interessante varietà di situazioni climatiche. Il clima degli USA viene generalmente diviso in nove zone, di cui presentiamo una breve descrizione.

Leggi tutto...
Go to Top