Il clima in Grecia è generalmente di tipo Mediterraneo anche se in alcune zone, come la Macedonia e l'Epiro, è presente un clima di tipo balcanico con inverni freddi ed estati calde.

Rappresenta uno dei Paesi più visitati ed apprezzati da tantissimi turisti italiani, tuttavia la Grecia non offre soltanto bellissimi paesaggi mozzafiato oppure siti archeologici di inestimabile fascino, ma anche una cultura ed una storia ricchissime e suggestive, che ne fanno la culla della civiltà occidentale. Se a tutto questo si aggiungono poi una gastronomia di assoluta prelibatezza ed un'accoglienza straordinaria, si possono comprendere le ragioni che fanno del territorio ellenico una meta turistica unica nel suo genere.

Per i visitatori, tanti sono i luoghi da scoprire e diversi i mezzi attraverso cui raggiungerli, tuttavia un aspetto da non trascurare durante un soggiorno (soprattutto in estate) è il clima. Infatti, se per alcuni versi è molto simile a quello italiano, per altri invece si distingue da esso per alcune particolarità, di cui si deve tener conto nel caso si volesse organizzare un viaggio in qualche località o area specifica di questa splendida penisola. Proviamo comunque ad approfondire meglio il discorso.

La zona è caratterizzata da inverni miti e piovosi ed estati calde e secche. Il clima in Grecia può essere suddiviso in due stagioni principali: l’inverno che si sviluppa dalla metà di ottobre a marzo e l’estate che va da aprile ad ottobre. La stagione invernale si prolunga sino ad arrivare alla primavera inoltrata mentre l’estate tende ad anticipare, per tali ragioni possiamo dire che non esiste una lunga primavera, mentre per quanto riguarda l'autunno esso presenta le stesse caratteristiche della stagione estiva.

Caratteristica di questa regione europea è la presenza di venti. I Meltemi soffiano da nord nei mesi tra maggio e settembre e interessano soprattutto le isole Cicladi. Il vento, solitamente, soffia per 2 o 3 giorni in maniera continua, e si intensifica nel primo pomeriggio. Le temperature della Grecia in questi mesi estivi raggiungono anche i 40°: per questo motivo, a volte la presenza dei venti meltemi è gradevole poiché attenua la calura.

A volte l'aera è influenzata dall’arrivo di correnti fredde dalle pianure russe e ucraine, le quali portano giorni caratterizzati da un inverno rigido.

Le piogge della Penisola

Il periodo in cui si registrano maggiori precipitazioni è la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno: tra ottobre e gennaio, il clima è caratterizzato da frequenti perturbazioni. Sul versante ionico settentrionale (dove si trovano i maggiori rilievi) si superano i 1000 mm annui, mentre nel resto del paese si registrano tra i 500 ed i 1000 mm di pioggia annua.

A volte durante l'ìnverno possono verificarsi fenomeni nevosi, soprattutto nelle zone orientali, oltre il 40° parallelo e sulle zone che superano i 1000 metri di altitudine (1500 metri nel Peloponneso e a Creta).

Clima in Grecia: in che periodo muoversi per la Grecia

Da quanto abbiamo detto, si deduce che il periodo migliore per andare a fare un bel viaggio in questa fantastica regione europea sia a cavallo della stagione estiva. Anche l’inverno a volte può rivelarsi una stagione ideale per evitare la calca dei turisti, anche se le città restano estremamente trafficate e affollate, mentre le principali strutture turistiche durante questo periodo restano chiuso.

Probabilmente, anche a causa della crisi, si sta cercando di garantire un maggiore periodo di funzionamento dei servizi ricettivi, ma nel frattempo è possibile godersi la penisola e le isole principali del Dodecaneso durante il periodo che va da aprile fino a Giugno: temperature miti, clima abbastanza favorevole per visitare i vari siti archeologici senza incappare in centinaia di turisti ogni giorno. Questo periodo ha dalla sua anche la possibilità di risparmiare economicamente dato che i prezzi di alberghi, appartamenti e ostelli sono effettivamente molto convenienti rispetto all’alta stagione.
Stesso discorso per il periodo che va dalla fine di agosto ad inizio novembre, quando il clima greco è ancora mite.

Il periodo migliore per recarsi in Grecia è forse la primavera o l’autunno, quando le temperature non sono troppo elevate e soprattutto non soffiano i venti meltemi che possono essere fastidiosi.

In particolare, per coloro che volessero fare una vacanza fatta di tanto sole e bagni al mare (magari in qualche bella isola) il periodo più indicato è l'estate e quindi da inizio Giugno. Sull'Egeo, tuttavia, per le persone freddolose, è sempre consigliabile portare una felpa, per fronteggiare qualche serata ventosa. Per quelle persone che, invece, volessero visitare le città o i siti archeologici, sono suggerite, come abbiamo detto, la primavera o l'autunno. Stagioni in cui il clima è piacevole, soleggiato ma non caldo, con qualche pioggia.

Si consiglia di portare in valigia, comunque, vestiti leggeri ed una felpa per le serate, soprattutto nell'area delle isole Egee, mentre nelle zone maggiormente montane vi si devono aggiungere comode scarpe per il trekking, ombrello ed un impermeabile, utilissimi in caso di pioggia. Comunque, prima di partire, è sempre bene chiedere consigli ad eventuali tour operator o agenzie di viaggi per quanto riguarda l'abbigliamento più consono per l'area o le località che si visiteranno. A questo proposito, diverse sono quelle imperdibili e consigliatissime per una vacanza in terra ellenica.

Clima in Grecia: Cosa visitare a Kos

L’isola Kos della Grecia è la terza del Dodecanneso. Come tutte le isole della Grecia, è un luogo di incontro tra storia e le bellezze naturali e paesaggistiche. e Qui è nato Ippocrate, a cui si devono numerosi assunti della medicina moderna. L'isola presenta bellissime baie dal mare cristallino, spiagge di sabbia e una vegetazione verde e rigogliosa.

Kos è composta da 6 centri principali:

  • Kos è una città che si trova a nord est dell’isola ed offre numerose testimonianze storiche e culturali. Da vedere: la Moschea ed il suo minareto, la fortezza dei Cavalieri di San Giovanni, la casa romana e le sue rovine delle terme. Per muoversi sono molto utilizzate le biciclette per gli spostamenti ed una pista ciclabile collega la città di Kos con quella di Psalidi.
  • Psalidi è un centro turistico e balneare. A poca distanza dal centro a cui si giunge attraverso la pista ciclabile costeggiata da negozi e locali.
  • Marmari si trova a 15 km da Kos. E’ il centro balneare per eccellenza poiché propone al turista spiagge grandi e di sabbia fine.
  • Mastichari dista circa 30 km. Mastichari è un villaggio di pescatori che offre gustosi menu di pesce nei suoi ristoranti.
  • Kardamena si trova sulla costa sud, opposta al versante di Mastichari. Kardamena è un centro ideale per i divertimenti, ci sono: caffè, bar, taverne tipiche, discoteche e spiagge attrezzate per gli sport acquatici.
  • Kefalos è il centro sito a sud. Qui è possibile visitare delle bellissime spiagge meno conosciute e frequentate dai turisti, tra queste: Kamari, Camel Beach e Paradise Beach.

E' diventata meta turistica in un secondo momento rispetto alle più grandi Creta e Rodi.

Tour operator

Clima in Grecia

Da qualche anno numerosi tour operator propongono Kos per le vacanze estive. Tra questi ricordiamo: Veratour, Eden Viaggi e edreams, TUI e todomondo per i tour operator online.

Si tratta di una destinazione turistica adatta sia alle famiglie che ai giovani; come tutte le isole greche anche Kos propone strutture ricettive differenti per target e budget di spesa (appartamenti, hotel, villaggi e residence). Ci sono numerose occasioni per rilassarsi e divertirsi: taverne dalla cucina locale e ristoranti internazionali, negozi, souvenir, bar e locali.

Informazioni utili

  • Documenti: carta d’identità valida per l’espatrio
  • lingua ufficiale: greco
  • moneta: euro
  • fuso orario: un’ora in più rispetto all’Italia
  • voltaggio: 220 volt

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Il clima in Asia: a cosa va incontro chi viaggia verso l'Oriente?

Asia.jpg

Parlare di vacanze in Asia significa aprire un mondo enorme per il quale non basterebbero anni. Le mete sono numerose e molto differenti: dai territori selvaggi del Laos, alla densissima Cina; dall'antica Cambogia all'ipertecnologico Giappone.

Clima Appenninico in Italia: meteo e temperature

Il clima Appenninico influenza tutta la catena montuosa appenninica che si estende lungo l’Italia peninsulare.