Una delle mete più affascinanti per una crociera da ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare. Vediamo come organizzare una vacanza nei fiordi norvegesi!

Località e luoghi da visitare in Norvegia

Immagine d'esempio utilizzata nell'articolo Come organizzare una crociera sui Fiordi Norvegesi

Come organizzare una crociera sui fiordi norvegesi? Innanzitutto c'è da capire il giusto itinerario, scegliendo tra le molte promozioni offerte dalle compagnie marittime, quella più vicina alle proprie esigenze.

Inoltre bisogna tenere in considerazione la durata della vacanza, in quanto si tratta di un territorio estremamente ampio in cui le crociere più lunghe, che arrivano molto a nord nelle prossimità del Circolo Polare Artico, possono durare anche due settimane.
Tra i luoghi più belli da visitare ci sono assolutamente i fiordi norvegesi di Geiranger, nota per ospitare la via dei Troll, una valle magica con un paesaggio surreale ed emozionante.

Non può assolutamente mancare una gita ai fiordi di Oslo, la capitale, che con le sue moltissime isole è un luogo perfetto per passare qualche giorno contemplando la calma di questi posti unici al mondo, o per scendere e fare una passeggiata in una delle varie cittadine in uno stile tutto scandinavo.

Per i più coraggiosi segnaliamo anche Pulpit Rock (il suo nome originario sarebbe Preikestolen), una roccia che cade a picco sul fiordo di Lyse che con i suoi 600 metri di altezza consente di godere di un panorama incredibile.
Non essendoci nessun tipo di protezione è un itinerario particolarmente suggestivo ma, assolutamente non adatto per chi soffre di vertigini.

Quando partire per una crociera sui fiordi norvegesi?

Il periodo preferito per una crociera alla conquista dei fiordi norvegesi è sicuramente periodo estivo, quando il ghiaccio e le temperature polari si defilano lasciando il posto all’incredibile spettacolo tratteggiato dal risveglio della natura nordica. Partire da maggio a settembre assicura un clima mite e giornate calde e notti fresche, ideali per dormire serenamente.
Ovviamente non bisogna confondere il periodo estivo della Norvegia con quello italiano, quindi è raccomandabile preparare un abbigliamento adatto, con vestiti adeguati sia a calde e soleggiate giornate di bel tempo, che a quelle più fredde e soprattutto ventose.

L’ideale quindi è partire in estate ma prepararsi con abiti primaverili, che possano essere tolti con facilità in caso di sbalzi termici, oltre a una reflex di buona qualità immancabile per immortalare i paesaggi di rara bellezza che solo questo spicchio di paradiso sa regalare ai fortunati visitatori! Vediamo ora come organizzare una crociera sui fiordi.

Le mete preferite in crociera sui fiordi

La costa norvegese è lunga 100.915 chilometri, una delle più lunghe al mondo ed è particolarmente frastagliata e varia con le sue oltre 239.057 isole e 81.192 isolotti. I noti fiordi sono oltre mille, di cui il GeirangerFjord e il Nærøy Fjord sulla costa occidentale sono stati introdotti nella lista dei siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Il fiordo più profondo è il Sognefjord che si addentra per 1308 metri nella costa sotto il livello del mare.

La crociera in Norvegia più ambita e ricercata dai turisti è quella che segue la rotta dell’Hurtigruten ovvero il battello postale, un viaggio che dura 12 giorni e tocca 34 porti viaggiando a 2500 miglia nautiche. È il viaggio in battello più richiesto perché è il più completo e permette di percorrere tutta la costa dal sud verso il nord oltre il Circolo Polare Artico. Il fascino di questa crociera risiede principalmente nel fatto che si utilizza un mezzo – il postale – che ancora oggi come 125 anni fa – trasporta merci e persone lungo la costa, viaggiando in modo spartano tra stoccafissi, pacchi e merci di ogni tipo e facendo scalo di tappa in tappa da Bergen a Trondheim fin oltre Varanger e Kirkenes, l’estrema punta di Capo Nord.

Come nasce l’Hurtigruten

Il postale dei fiordi norvegesi noto con il nome di Hurtigruten (la Via veloce) naviga da oltre 125 anni lungo la costa norvegese, la più bella e sorprendente del mondo. Fino agli anni successivi la Seconda Guerra Mondiale gran parte della Norvegia Settentrionale era letteralmente isolata: non vi erano strade, né ferrovie e i villaggi di pescatori erano raggiungibili solo via mare.

Nel 1893, vi fu l’inaugurazione del primo viaggio del postale DS Vesteraalen, ovvero della prima nave a vapore Hurtiruten: era il 2 luglio e il viaggio partiva da Trondheim per arrivare ad Hammerfest dopo 11 porti di scalo.

Nel 1898, la rotta “scese” verso il sud arrivando a Bergen, da cui ancora oggi partono tutti gli Hurtigruten. Nel 1908, la rotta si estese ulteriormente verso il nord, raggiungendo il villaggio più estremo di Kirkenes al confine con la Russia e attuale punto di inversione del postale, la punta più settentrionale di navigazione al mondo.

Hurtigruten oggi e la vita a bordo

La crociera sul postale norvegese più famoso al mondo è una parte integrante della vita e della cultura del paese: immortalato in canzoni popolari come “Hurtigrute” della cantautrice Kari Bremnes e consacrato come monumento nazionale con l’apertura nell’estate 2020 del Museo Hurtigruten dove è possibile rivivere la storia dell’iconico mezzo di trasporto, entrare nelle cabine di una delle storiche e più autentiche navi Hurtigruten, la MS Finnmarken costruita nel 1956, attiva fino a pochi anni fa.

La vita a bordo è densa di umanità e quotidianità in cui si mescola il via vai delle merci da scaricare, con il trasporto locale delle persone (chi si sposta per visite mediche, per far visita ai parenti, per accompagnare i bambini a scuola) a fianco ai turisti che contemplano incantati la vita quotidiana immersi in paesaggi mozzafiato tra montagne e distese di mare sotto il sole che non tramonta mai (in estate) o in attesa dello spettacolo notturno dell’aurora boreale (in inverno), uno spettacolo per cui non occorre rimanere in piedi tutta la notte, perché al primo apparire dell’aurora, il postale suona la sirena e chiunque  rientrato in cabina per il riposo sa che è l’ora di svegliarsi.

I pasti a bordo rappresentano i tipici sapori della costa e dell’entroterra: polpa di granchio reale, carne di agnello, contorni di patate. Il pesce servito è ovviamente fresco e pescato localmente: ’80% de cibo a bordo è fornito da produttori locali per garantire il lavoro e il sostegno al turismo e alla gastronomia locale dei villaggi costieri. Una specialità locale irrinunciabile è lo “skrei” il merluzzo affumicato, la cui lavorazione ha tradizioni millenarie. A bordo è possibile prenotare tour e brevi escursioni guidate durante gli scali.

La crociera sul battello postale è per il turista anche una grande esperienza formativa per addentrarsi in una cultura dal profondo senso civico e dall’elevata consapevolezza ambientale. La compagnia navale dell’Hurtigruten è stata definita la più ecologica al mondo perché a bordo non si utilizza alcun prodotto in plastica monouso, tutti i rifiuti sono riciclati e riciclabili ed è l’unica compagnia al mondo ad alimentazione ibrida per i suoi battelli che funzionano in parte a biogas e in parte con elettricità o altre forme di energie rinnovabili. Il rispetto delle norme a bordo spinge i turisti a collaborare nella conservazione della natura a tutto beneficio del paesaggio circostante e dell’esperienza di viaggio. Noi vi abbiamo detto come organizzare una vacanza nei fiordi norvegesi: ora tocca a voi!

Potrebbe interessarti

Clima Indonesia: informazioni su meteo e temperature

L’Indonesia è uno Stato dell’Asia sud-orientale che si estende su migliaia di isole a cavallo dell’Equatore. Il clima in Indonesia è di tipo equatoriale, poiché questo Stato si trova proprio sull’equatore: la temperatura media annua è di 26° accompagnato da abbondanti precipitazioni. 

Leggi tutto...

Clima Santo Domingo: scopri il periodo giusto per viaggiare!

Il clima a Santo Domingo è uniforme per quasi tutto l’anno. A Santo Domingo, infatti, il clima è caratterizzato da un’unica stagione calda. Il clima Santo Domingo è di tipo tropicale non troppo umido.

Leggi tutto...

Clima a Cuba: ecco quando preparare le valigie per questa località

Immagine usata nell'articolo Clima a Cuba: ecco quando preparare le valigie!

ll clima di Cuba è di tipo subtropicale, più temperato rispetto ad altre isole caraibiche e presenta inverno secco ed estate umida. La stagione secca si sviluppa tra novembre e aprile, mentre la stagione umida va da maggio a ottobre.

Leggi tutto...

Noleggio Auto Stazione Bologna: le offerte Locauto per le tue Gite tra i colli

Raggiungere Bologna in treno è una soluzione comoda ed economica per visitare la città, grazie anche all’alta velocità che consente di viaggiare in tempi molto rapidi. Per chi non si accontenta della classica passeggiata sotto i portici, il noleggio auto a Bologna low cost è l’opzione più indicata per proseguire il viaggio verso le destinazioni di proprio interesse.

Leggi tutto...

Vacanze in camper, come organizzare il viaggio

Per le persone che decidono di andare in vacanza in camper è necessario curare con la massima attenzione ogni dettaglio, incluso il periodo prescelto per la partenza. 

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Booking.com

I più condivisi

Clima USA: 9 aree climatiche negli Stati Uniti d'America

L'America, così come tutte le grandi nazioni, presenta un'interessante varietà di situazioni climatiche. Il clima degli USA viene generalmente diviso in nove zone, di cui presentiamo una breve descrizione.

Leggi tutto...

Clima e meteo in Croazia: scopri quando partire!

Immagine usata nell'articolo Clima e meteo in Croazia: scopri quando partire!

Il clima della Croazia varia a seconda della zona; è di tipo continentale caratterizzato da forti escursioni termiche nell’entroterra e di tipo mediterraneo con inverni non rigidi ed estati calde sulle coste. Durante i mesi invernali soffia la bora, il vento freddo che proviene da nord e che può anche essere molto violento; mentre in estate spira lo scirocco, un vento caldo che porta alte temperature e siccità.

Leggi tutto...

Clima Caraibi: per una vacanza senza sorprese!

Il clima ai Caraibi è tropicale, caratterizzato da due stagioni principali.

Leggi tutto...

Il Meteo in Sud Africa: quando partire per questa meta esotica?

Immagine usata nell'articolo Il Meteo in Sud Africa: quando partire per questa meta esotica?

Il meteo in Sud Africa è vario perchè condizionato da tre fattori: dalla vasta estensione territoriale, dall’altitudine e dalla vicinanza con il mare. Infatti, questo esteso territorio è costituito da montagne, praterie, steppe, boscaglie, deserti di sabbia rossa e pianure costiere.

Leggi tutto...

Alla scoperta dei Caraibi: meteo e temperature

ll clima ai Caraibi è tipicamente tropicale. Le temperature sono gradevoli e si attestano su una temperatura media annuale di 25 gradi centigradi con un’escursione termica da una stagione all'altra di circa 3°C o 5°C, per 365 giorni l'anno, rendendo il mare caldo e piacevole.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vacanze nel Salento: ecco dove ti consigliamo di andare assolutamente!

Vacanze nel Salento

Le località marittime e dell’entroterra, lo splendido mare, le spiagge e l'ottima cucina, hanno reso il Salento una delle mete più ambite per le vacanze estive. Infatti, il Salento offre soluzioni adatte a tutte le esigenze, dai gruppi di amici che desiderano divertirsi alle famiglie con bambini che amano la tranquillità e il relax in spiaggia, ciascuno può trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Alto Adige: vacanze innevate per gli amanti degli sport invernali

immagine relativa all'articolo Alto Adige sport invernale

Organizzare una vacanza nei mesi invernali in Alto Adige vuol dire vivere una bellissima esperienza fra i paesaggi meravigliosi delle Dolomiti godendo delle piste innevate e dei sentieri che riescono ad accontentare anche il turista più esigente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Il Meteo in Sud Africa: quando partire per questa meta esotica?

Immagine usata nell'articolo Il Meteo in Sud Africa: quando partire per questa meta esotica?

Il meteo in Sud Africa è vario perchè condizionato da tre fattori: dalla vasta estensione territoriale, dall’altitudine e dalla vicinanza con il mare. Infatti, questo esteso territorio è costituito da montagne, praterie, steppe, boscaglie, deserti di sabbia rossa e pianure costiere.

Leggi tutto...
Go to Top