Viviamo in un periodo storico in cui i viaggi in aereo sono diventati di routine: negli ultimi 20anni, infatti, il trasporto aereo ha registrato una crescita esponenziale, frutto anche dell'arrivo delle compagnie low-cost che hanno di fatto reso gli spostamenti per via aerea accessibili per tutti. Con l'aumento del traffico e delle compagnie da gestire è stato inevitabile un incremento delle problematiche a carico dei passeggeri, che spesso devono fare i conti con ritardi e cancellazioni dei voli.

Ovviamente, le compagnie aree si adoperano per limitare al minimo i disagi e i problemi ai passeggeri, attuando strategie di contenimento per i ritardi ma questi sono spesso inevitabili. Sono tante le cause che possono portare al ritardo o alla cancellazione di un volo, alcune di queste sono al di là delle responsabilità della compagnia aerea, come per esempio le avverse condizioni meteo, gli scioperi aeroportuali e altre situazioni che non possono essere imputate, per dolo o per colpa, alle dirette volontà del vettore.

Cancellazione e ritardi

In alcune circostanze, invece, le cancellazioni e i ritardi sono da ascrivere alla responsabilità, diretta o indiretta, della compagnia: è il caso dei guasti ai velivoli, del protrarsi delle operazioni di manutenzione, della disorganizzazione e di tutte quelle fattispecie che, in un modo o nell'altro, derivano direttamente da una negligenza della compagnia aerea.
I ritardi e le cancellazioni, nonché i negati imbarchi, causano inevitabilmente un disagio nel passeggero, qualunque sia il motivo del suo viaggio.

Ancor più complicata è la situazione dei voli composti, ossia quelli che implicano uno scalo per raggiungere la meta finale. Non di rado, infatti, per effettuare un collegamento da A a C, il passeggero deve prima fare scalo a B, dove prende un altro aereo per concludere il viaggio. Se il primo aereo accumula un ritardo tale da impedire al passeggero di salire sul secondo, o eventualmente sul terzo, cosa succede? A queste e ad altre domande simili rispondono siti di settore come RisarcimentoVolo.it, che aiuta i passeggeri a dirimere le situazioni più complesse e ad avviare le operazioni di risarcimento previste dalla legge, offrendo supporto e assistenza per tutte le pratiche di rimborso.

Come deve comportarsi il passeggero?

Tra le situazioni più complesse c'è senz'altro quella che coinvolge i passeggeri che, per loro sfortuna, si trovano a fare i conti con collegamenti composti. Infatti, capita spesso che per i collegamenti a più ampio raggio sia necessario effettuare uno scalo in un aeroporto intermedio. Va da sé, quindi, che aumentando il numero di aerei che è necessario utilizzare per compiere il viaggio, aumenti anche il rischio di cancellazioni. Qualora uno dei due aerei subisca un ritardo tale da pregiudicare il proseguo del viaggio o venga direttamente cancellato dalla compagnia aerea, come deve comportarsi il passeggero?

Ovviamente, chi è incorso in una simile fattispecie ha diritto a essere risarcito, sempre e comunque, perché sia in caso di ritardo, che soprattutto di cancellazione, al passeggero viene impedito di raggiungere la destinazione finale per la quale lui ha pagato il biglietto. Questo vale esclusivamente per i viaggi per i quali il passeggero ha stipulato un unico contratto di viaggio che prevede più tappe per il raggiungimento della destinazione finale: se il passeggero ha acquistato biglietti separati, realizzando un viaggio composito fai-da-te, decade ogni fattispecie di "coincidenza" ma il rimborso è dovuto solo per il ritardo, se supera le due ore, per la cancellazione o il negato imbarco.

Il primo elemento da prendere in considerazione per calcolare l'entità del rimborso dovuto per la perdita di una coincidenza di un viaggio è la distanza.

Quando ci si trova a effettuare questi calcoli con voli diretti, la questione è molto semplice ma si complica quando il viaggio è diviso. In questo caso, la distanza va calcolata su quella effettiva che intercorre tra il primo aeroporto e l'ultimo o va calcolata sulla base delle miglia per ogni tratta? Questo è un dubbio fondamentale per la compilazione di una corretta richiesta di risarcimento.

Secondo le norme e le direttive previste dall'Unione Europea, la distanza va calcolata tra il punto di inizio del viaggio e la destinazione finale. Infatti, considerando che il passeggero ha stipulato un unico contratto di viaggio, la fattispecie che questo preveda delle soste intermedie è irrilevante, dal momento che quel che conta è la destinazione finale del viaggio. La Corte di Giustizia Europea è recentemente intervenuta in merito, sentenziando che, viste le modalità di questi viaggi, il volo va considerato diretto, escludendo dal computo le soste intermedie.

Quindi, anche se l'aereo effettua uno o più scali, questi non vanno considerati ma va calcolata la rotta ortodromica dal punto A al punto C. La rotta ortodromica è un'ideale linea retta che collega l'aeroporto di partenza da quello di atterraggio: sulla base di questa vengono calcolate le fasce chilometriche per il rimborso.

La compensazione pecuniaria per i passeggeri che sono stati vittime di ritardi, cancellazioni e negati imbarchi varia tra 250 euro e 600 euro, in base alla fascia chilometrica:

  • 250 euro di risarcimento per voli entro i 1500km
  • 400 euro di risarcimento per i voli tra i 1500 km e i 3500 km
  • 600 euro di risarcimento tutti i voli che superano i 3500 km

Il passeggero può anche chiedere servizi supplementari a scelta tra:

  • volo sostituivo
  • rimborso del biglietto
  • rimborso del biglietto oggetto del contendere e nuovo biglietto per tornare al punto di partenza.


Potrebbe interessarti

Tour fra i castelli della Loira: segui i nostri consigli!

Litorali mozzafiato, patrimonio culturale di indubbio valore, città animate da un romanticismo di fondo, e tanta tanta natura. La Francia è questo e molto altro: una meta prediletta dai turisti provenienti da tutta Europa! Una delle sue località più visitate e meta di interessanti tour è la Valle della Loira, che tra la cittadina di Blois, il complesso di Chenonceau e gli altri castelli tipici, dà modo di poter trascorrere una vacanza davvero magica!

Leggi tutto...

Clima Cuba: ecco come preparare le valigie!

ll clima di Cuba è di tipo subtropicale, più temperato rispetto ad altre isole caraibiche e presenta inverno secco ed estate umida. La stagione secca si sviluppa tra novembre e aprile, mentre la stagione umida va da maggio a ottobre.

Leggi tutto...

Il Clima a Los Angeles: scopri il meteo della città degli angeli!

Il clima della California è generalmente di tipo tropicale, anche considerata la vastità del territorio varia da zona a zona. Si tratta infatti del terzo stato degli USA per grandezza; il paese si estende da nord a sud e si affaccia sull’Oceano Pacifico.

Leggi tutto...

Clima e temperature del Canada: per un viaggio senza sorprese!

Il Canada ha un’estensione di circa 10 milioni di Kmq, è la seconda nazione del mondo per estensione dopo la Russia. Questo suo aspetto influenza notevolmente il clima e la temperatura del paese.

Leggi tutto...

Parco Safari: a Murazzano 70 ettari di natura incontaminata e specie animali

Il Parco Safari di Murazzano è un’area di circa 70 ettari, nata nel 1976, che ospita tantissimi animali in un habitat naturale e incontaminato. Nel Parco Safari vivono circa 350 animali corrispondenti a più di 40 specie diverse. Il Parco ospita anche delle specie minacciate e a rischio di estinzione come le tigri siberiane.

Leggi tutto...

I più condivisi

Clima del Brasile: cosa mettere in valigia?

Il Brasile occupa un territorio molto vasto, pari a 20 volte la grandezza del territorio italiano. Per tale ragione non è possibile parlare di un clima unico per tutto il paese.

Leggi tutto...

Clima Atlantico: scopriamo le temperature di questa zona!

Il clima atlantico è caratterizzato inverni miti, estate fresche e precipitazioni frequenti in tutto l’arco dell’anno.

Leggi tutto...

Clima del Messico: quando andare in questo paese?

Tra i Paesi Nordamericani, il Messico presenta una ricchezza culturale e storica di assoluto rilievo, basti pensare ad esempio alle civiltà precolombiane Maya ed Azteca ed ai resti delle loro affascinanti città (come Chichén Itzà e Teotihuacan).

Leggi tutto...

Last Minute Santo Domingo: tutte le offerte!

Desideri una vacanza a Santo Domingo? Hai la possibilità di viaggiare senza restrizioni di periodi e o di date? Allora scegli un last minute: troverete tutto ciò che avete sempre desiderato da una vacanza ma con un prezzo ridotto ai minimi termini, per risparmiare senza problemi.

Leggi tutto...

Meteo Sud Africa: quando partire?

Il meteo in Sud Africa è vario perchè condizionato da tre fattori: dalla vasta estensione territoriale, dall’altitudine e dalla vicinanza con il mare. Infatti, questo esteso territorio è costituito da montagne, praterie, steppe, boscaglie, deserti di sabbia rossa e pianure costiere.

Leggi tutto...

Leggi anche...

L’estate a Rimini Miramare: sole mare e salute

Conosciuta in tutto il mondo ed apprezzata e frequentata da turisti provenienti da ogni angolo del pianeta, la Riviera Romagnola ed in particolare Rimini rappresentano la meta ideale per una vacanza fatta di tanto divertimento, relax, mare e benessere psicofisico. Ad accogliere i tanti visitatori, molteplici eventi, attrazioni e strutture recettive di prim’ordine in tutta la cittadina riminese. Da un hotel a Miramare Rimini 3 stelle fino agli alberghi di categoria superiore posti nei dintorni, si offre un soggiorno per ogni genere di esigenza.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vie ferrate delle Dolomiti di Brenta: ecco qualche consiglio utile

Si trova in provincia di Trento l’unico gruppo dolomitico che sorge ad ovest del fiume Adige. Si tratta delle Dolomiti di Brenta, una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali, che si sviluppa per circa 40 km da nord a sud e per circa 12 km da est a ovest all’interno del parco naturale Adamello-Brenta.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Clima Indonesia: informazioni su meteo e temperature

L’Indonesia è uno Stato dell’Asia sud-orientale che si estende su migliaia di isole a cavallo dell’Equatore. Il clima in Indonesia è di tipo equatoriale, poiché questo Stato si trova proprio sull’equatore: la temperatura media annua è di 26° accompagnato da abbondanti precipitazioni. 

Leggi tutto...
Go to Top