Una città assolutamente da visitare della Spagna, in cui la storia e l’arte si sono fusi nella vita quotidiana, è Tarragona sulla costa Daurada. La città gode del clima temperato e mite tipico delle zone che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Inoltre la località offre bellezze uniche e particolari tanto che l’insieme archeologico della città catalana è stato definito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Una vacanza sulla costa di Tarragona

La zona è l’ideale per progettare una vacanza all’insegna del mare e della cultura, scegliendo fra i migliori hotel in Spagna in cui prenotare il proprio soggiorno e definire il proprio itinerario: escursioni e visite nei borghi marinari alla scoperta della storia e tradizione, assaporare le prelibatezze marinare a base di pesce fresco e crostacei, praticare diversi sport acquatici oppure andare alla scoperta della costa per godersi il sole e le splendide spiagge della città di Tarragona.

Per gli amanti della storia e dell’archeologia non può mancare una visita al Museo Archeologico Nazionale, il Paseo Arqueológico, per ammirare l’antica Terraco, la città fondata dagli antichi Romani ad opera di Scipione. La città di Tarragona conserva infatti in perfette condizioni molte rovine risalenti al periodo della romanizzazione come le antiche mura di cinta del III secolo a.c. che circondano l’intero centro storico, l’Anfiteatro romano del II secolo a.c. dove si organizzavano i combattimenti di gladiatori e fiere.

Il precetto romano Panem et Circenses sembra essersi tramandato dall’antichità fino ad oggi. Il precetto voleva che nella vita quotidiana dei cittadini non mancasse mai il cibo e il divertimento, come elementi fondamentali per il vivere felici e sereni. Proprio come nell’antichità anche nella moderna Tarragona buon cibo e divertimenti per tutti fanno parte della quotidianità.

Un interessante itinerario culturale

Partendo dal centro della città, dalla Rambla Nova si raggiunge Placa De La Font attraverso delle stradine affollate. Da qui si può continuare a passeggiare lungo carrer Major fino raggiungere la fine di questa che conduce alla Cattedrale di Tarragona. Questa è stata costruita a partire dal XII sec. in stile romanico e gotico che gli ha donato un aspetto di chiesa-fortezza. Vale la pena entrare per vedere il maestoso altare di alabastro del XV sec. La visita può continuare al Museo diocesano dove sono esposti magnifici arazzi tessuti tra i secoli XVI e XVII. e all’ampio Chiostro attorniato da arcate gotiche e capitelli.

Le spiagge di Tarragona

Sul litorale nella stagione estiva ci si potrà rilassare a prendere il sole tra le bianche spiagge e le acque cristalline della costa.

Le più belle sono El Miracle, chiamata “il balcone del Mediterraneo”, raggiungibile dopo una lunga passeggiata sulla Rambla Nova. Da qui si può godere di una fantastica vista sul mare e su questo tratto di costa caratterizzato da sabbia bianca e fine. A 2 km dalla città si può raggiungere la spiaggia denominata La Arrabassada, per divertirsi sulla piattaforma galleggiante con annesso scivolo a 35 m. dalla riva.
Infine, degna di nota, è la spiaggia Playa Larga, una enorme distesa di sabbia dove è presente un campeggio e un club nautico che permette di praticare gli sport acquatici.
Di notevole importanza, si segnalano anche la Riserva Naturale della Punta de la Mora, quella del delta del fiume Gaià e la spiaggia di Tamarit dove è possibile osservare diverse specie di uccelli e una flora davvero variegata.

Nei borghi marini si potrà assaporare una ricca scelta di gastronomia locale a base di pesce fresco, come i frutti di mare de El Serrallo, il quartiere peschereccio, i gamberoni si San Carlos de la Rapita e i crostacei di Cambrils. Mentre nell’entroterra, in piena Tarragona medievale, potrete assaporare uno dei piatti più tipici e particolari della Spagna: il Pataco, lo stufato di lumache con patate, tonno, mandorle, aglio e prezzemolo da accompagnare alle ottime etichette vinicole della zona, oltre a tutta l’offerta enogastronomica tipica dell’entroterra catalano.

In questa regione si possono degustare ottimi vini, in particolare quelli dolci da accompagnare al dessert. Un evento da segnalare sono le fiere gastronomiche nel mese di maggio dove si possono conoscere più a fondo i piatti tipici attraverso delle degustazioni.

Escursione al monastero

Per riscoprire poi la vera storia medievale della citta tarragonese è possibile fare una suggestiva escursione fino al monastero cistercense di Poblet, uno dei meglio conservati al mondo. Anche questa struttura come l’insieme archeologico è stato definito patrimonio dell’umanità.

Il monastero rientra all’interno di un itinerario comprendente altre due strutture dello stesso tipo: il Sante Creus e Vallbona de les Monges. Si tratta di edifici eretti dall’Ordine Cistercense a partire dal XII secolo sulle alture della provincia di Terragona.
In particolare, il Monastero di Poblet è il più grande dei tre ed è costituito da una chiesa e un chiostro principale attorno ai quali sorgono: la sala capitolare, il refettorio, la biblioteca e altre stanze private dei monaci. Ancora oggi, il monastero è abitato dalla Congregazione d’Aragona e Navarra, comunità cistercense.

Non mancheranno infine le possibilità di praticare tantissimi sport acquatici come il diving e il windsurfing, grazie ai centri specializzati lungo il litorale e dopo una giornata di relax e sport preparatevi alla Movida tipica delle località di mare della Spagna. 



Potrebbe interessarti

Temperatura e clima a Sharm el Sheik: quando partire?

Il clima è di tipo equatoriale asciutto. La mancanza, quasi assoluta, di precipitazioni, rendono la temperatura di Sharm più accettabile.

Leggi tutto...

Il Clima alle Bahamas: cosa mettere in valigia?

Le Bahamas sono uno stato insulare che appartiene all'America Centrale. L'arcipelago è formato da più di 700 isole di forma e grandezza diversa, a poca distanza da paradisi quali Cubai Caraibi e la Florida.

Leggi tutto...

Isola del Giglio: ecco cosa vedere per una vacanza da sogno

L’Isola del Giglio è la seconda isola per estensione dell’Arcipelago Toscano. La sua superficie di 21 km2 e il suo clima mite, la rendono una méta turistica ideale tutto l’anno, grazie alla ottima qualità ricettiva e, soprattutto, alla possibilità di soggiornare scegliendo tra differenti opzioni (ci sono, ad esempio, numerose opportunità di affitto di appartamenti a prezzi vantaggiosi, che permettono di avere la massima libertà di movimento ed orari come a casa propria, godendosi a pieno la vacanza sull’isola soprattutto nei giorni di festa o durante le manifestazioni e gli eventi locali).

Leggi tutto...

Come organizzare una crociera sui Fiordi Norvegesi

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Località e luoghi da visitare in Norvegia


Per organizzare una crociera sui fiordi norvegesi c’è innanzitutto da capire il giusto itinerario, scegliendo tra le molte promozioni offerte dalle compagnie marittime, quella più vicina alle proprie esigenze.

Inoltre bisogna tenere in considerazione la durata della vacanza, in quanto si tratta di un territorio estremamente ampio in cui le crociere più lunghe, che arrivano molto a nord nelle prossimità del Circolo Polare Artico, possono durare anche due settimane.
Tra i luoghi più belli da visitare ci sono assolutamente i fiordi norvegesi di Geiranger, nota per ospitare la via dei Troll, una valle magica con un paesaggio surreale ed emozionante.

Non può assolutamente mancare una gita ai fiordi di Oslo, la capitale, che con le sue moltissime isole è un luogo perfetto per passare qualche giorno contemplando la calma di questi posti unici al mondo, o per scendere e fare una passeggiata in una delle varie cittadine in uno stile tutto scandinavo.

Per i più coraggiosi segnaliamo anche Pulpit Rock (il suo nome originario sarebbe Preikestolen), una roccia che cade a picco sul fiordo di Lyse che con i suoi 600 metri di altezza consente di godere di un panorama incredibile.
Non essendoci nessun tipo di protezione è un itinerario particolarmente suggestivo ma, assolutamente non adatto per chi soffre di vertigini.

Quando partire?
Il periodo preferito per una crociera alla conquista dei fiordi norvegesi è sicuramente periodo estivo, quando il ghiaccio e le temperature polari si defilano lasciando il posto all’incredibile spettacolo tratteggiato dal risveglio della natura nordica. Partire da maggio a settembre assicura un clima mite e giornate calde e notti fresche, ideali per dormire serenamente.
Ovviamente non bisogna confondere il periodo estivo della Norvegia con quello italiano, quindi è raccomandabile preparare un abbigliamento adatto, con vestiti adeguati sia a calde e soleggiate giornate di bel tempo, che a quelle più fredde e soprattutto ventose.

L’ideale quindi è partire in estate ma prepararsi con abiti primaverili, che possano essere tolti con facilità in caso di sbalzi termici, oltre a una reflex di buona qualità immancabile per immortalare i paesaggi di rara bellezza che solo questo spicchio di paradiso sa regalare ai fortunati visitatori!

Safari in Sudafrica: ecco quando organizzarlo

Una delle mete più visitate da europei ed italiani negli ultimi anni è il Sudafrica, in cui poter ammirare la combinazione tra la bellezza ed il fascino della natura selvaggia, propria del Continente Nero, con la comodità ed alcune caratteristiche tipiche dell'Occidente. Infatti, questo Paese, posto alla punta meridionale dell'Africa, riunisce elementi naturali, paessaggistici e culturali variegati ed unici. E tutto ciò rende tale angolo di mondo una meta interessante sia per gli studiosi che per i turisti.

Leggi tutto...

I più condivisi

Clima Canarie: cosa mettere in valigia?

Con questa denominazione si intendono le isole La Palma, El Hierro, La Gomera, Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura e Lanzarote. 

Leggi tutto...

Isole dei Caraibi, un viaggio nel Paradiso

Quanti di noi hanno sognato una vacanza rilassante in una delle affascinanti e bellissime isole dei Caraibi? Su un campione ipotetico di cento persone, molto probabilmente la quasi totalità sogna di passare una vacanza in una di queste isole, dove riposare corpo e mente, lontano anni luce dalla realtà quotidiana.

Leggi tutto...

Clima Cuba: ecco come preparare le valigie!

ll clima di Cuba è di tipo subtropicale, più temperato rispetto ad altre isole caraibiche e presenta inverno secco ed estate umida. La stagione secca si sviluppa tra novembre e aprile, mentre la stagione umida va da maggio a ottobre.

Leggi tutto...

Il Clima in Cina: informazioni su meteo e temperature

Il clima della Cina è molto vario a causa della grande estensione del paese. In generale, possiamo affermare che le differenze climatiche possono raggiungere i 30° tra le regioni meridionali e quelle settentrionali. Allo stesso modo variano le temperature e le precipitazioni che raggiungono nel centro-sud 1.500 mm all'anno, mentre solo 50 mm all'anno nel Nord-Ovest.

Leggi tutto...

In vacanza tra le isole greche: ecco alcuni consigli

La vacanza estiva in Grecia è una tra le preferite da tanti viaggiatori italiani. Del resto come non appassionarsi alle tante piccole isole del mar Egeo o alle numerose città ricche di storia e di tradizioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Palma de Maiorca: spiagge fuori dal comune!

Maiorca è la maggiore tra le isole Baleari. Conta ben 750.000 abitanti, molti dei quali vivono nel capoluogo: sono in molti a scegliere le spiagge di Palma de Maiorca come destinazione per le vacanze, soprattutto nel periodo estivo; è facilmente raggiungibile dall'Italia e consente di trascorrere una vacanza tra bellezze naturali e culturali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vie ferrate delle Dolomiti di Brenta: ecco qualche consiglio utile

Si trova in provincia di Trento l’unico gruppo dolomitico che sorge ad ovest del fiume Adige. Si tratta delle Dolomiti di Brenta, una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali, che si sviluppa per circa 40 km da nord a sud e per circa 12 km da est a ovest all’interno del parco naturale Adamello-Brenta.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Clima USA: 9 aree climatiche negli Stati Uniti d'America

L'America, così come tutte le grandi nazioni, presenta un'interessante varietà di situazioni climatiche. Il clima degli USA viene generalmente diviso in nove zone, di cui presentiamo una breve descrizione.

Leggi tutto...
Go to Top