La Sicilia, la più grande isola e vanto turistico del Bel Paese. Culla di storia e natura, di colori e profumi è di certo una delle mete più complete per un viaggio: probabilmente non basterebbero mille pagine per elencare tutte le meraviglie siciliane che varrebbe la pena visitare.

Fare una selezione è un’impresa quasi dolorosa perché escludere anche solo una delle bellezze di questa terra appare come un delitto. Eppure da qualche parte bisogna pur partire e, proprio perché in Sicilia c’è l’imbarazzo della scelta di cose da vedere e fare, cercheremo in questo articolo di proporre una lista delle mete principali da inserire in un eventuale viaggio in Sicilia... in rigoroso ordine sparso. Perché stilare una classifica delle cose da vedere in questa meravigliosa regione e sulle sue isole sarebbe un’operazione ancora più difficile e discutibile.

Per un viaggio medio-breve, vi consigliamo comunque di non strafare: siamo certi che i luoghi che troverete elencati di seguito possono soddisfare più che pienamente la vostra fame di arte, cultura e natura. Se avete più tempo a disposizione, invece, sbizzarritevi anche includendo altre tappe. È possibile eventualmente, se si pianifica un viaggio a lungo termine, noleggiare l'auto presso società specializzate come Finrent, Arbnal o Leassepnal. L’auto, infatti, rimane il mezzo più pratico (se non di fatto l’unico) per raggiungere tutte queste località e permettervi di organizzare il vostro viaggio al meglio.

Ma entriamo nel vivo e vediamo insieme alcune delle mete più belle della Sicilia!

Palermo

Per superare l’empasse di scegliere da dove iniziare questa selezione, partiamo dal capoluogo siciliano: Palermo. Città nobile, che trasuda arte e storia, insieme ai profumi del cibo di strada e dei mercati. Bellissima capitale del Regno di Sicilia e antica sede reale, Palermo è simbolo vivo dell’autentica sicilianità con i suoi ricchi palazzi, il caotico brulichio dei suoi abitanti, le voci ed i colori. I ricchi e maestosi edifici (il Teatro Massimo ed il Teatro Palatina, il Palazzo dei Normanni e Palazzo Steri) e le spettacolari chiese (la Cattedrale, la Chiesa della Martorana, la Cappella Palatina) vi lasceranno a bocca aperta. E tra un monumento e l’altro, non potrete resistere ad immergervi nella vivace Vucciria, uno dei mercati più suggestivi della regione, dove le specialità locali vi travolgeranno in un tripudio di sapori e dove lo street food raggiunge la sua massima espressione. Pani ca meusa, panelle, arancine... ne uscirete forse con un paio di chili in più, ma ne sarà valsa la pena.

Se il caldo è troppo torrido per girare per il centro, poi, basterà recarsi alla splendida spiaggia di Mondello per trovare refrigerio nelle sue limpide acque.

Valle dei Templi di Agrigento

Sito archeologico simbolo della cultura ellenica in Sicilia, la Valle dei Templi è indubbiamente una delle esperienze più emozionanti di un viaggio in Sicilia. Camminare tra questi antichissimi resti che evocano lo splendore della Grecia Antica in un silenzio mistico, rotto solo dalle voci dei visitatori da ogni parte del mondo, è una sensazione che difficilmente rivivrete altrove.

Cosa può esserci di più emozionante della Valle dei Templi? Beh, la Valle dei Templi al tramonto! I giochi di luce che si creano al calar del sole rendono la cornice di questo sito ancor più suggestiva e donano intensità e maestosità a questi templi risalenti a 2500 anni fa e dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997.

Val di Noto

Più che una destinazione specifica, la Val di Noto è un’area piuttosto vasta che include diverse cittadine davvero suggestive, caratterizzate da un’arte tardo barocca molto incisiva che dona un carattere ed un’atmosfera unica a questa zona, divenuta famosa anche grazie alla fiction Il Commissario Montalbano.

Anche la Val di Noto è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità e nel suo esteso territorio include Ragusa ed i suoi dintorni: Ibla, Noto, Modica, Scicli e persino Catania. Nominando quest’area nella nostra lista di luoghi da vedere in Sicilia riusciamo quindi a fare un cenno a diverse località, tutte davvero splendide. Da le viuzze abbarbicate, le case colorate e le imponenti chiese di Ragusa, fino a Catania con il suo favoloso Mercato della Pescheria, i suoi eleganti palazzi bianchi e neri di lava e le sue preziose chiese barocche. Ah, e ovviamente Noto... imperdibile al tramonto quando, con il cielo ormai colorato di rosa e le lucine accese, sembra proprio un presepe!

Siracusa e l’Isola di Ortigia

Ad est della Val di Noto, troviamo un altro concentrato di arte e bellezza: Siracusa e l’Isola di Ortigia, suo centro storico. La bellezza straordinaria di questa città deve molto al caratteristico mix di arte greca e tardo barocca.

Siracusa, infatti, è molto antica e le sue origini risalgono al 734 a.C. quando fu fondata dai Corinzi. In quell’epoca era considerata, al pari di Atene, una delle più importanti città greche. Molti personaggi della cultura vissero o passaromo per Siracusa: vi nacque Archimede e Platone stesso vi trascorse diverso tempo. L’arte greca delle origini della città si affianca e si fonde ora allo stile tardo barocco della Siracusa ricostruita a seguito del forte terremoto del 1693 che danneggiò gravemente la città.

Ortigia rappresenta il vero centro storico della città ed è un’isola collegata da ponti alla costa siciliana. Da segnalare innanzitutto il Tempio di Apollo, ovvero il tempio dorico più antico della Sicila. Non si tratta di un sito archeologico isolato e a sé stante, bensì di resti antichi perfettamente inglobati nel cuore del centro storico e vicino al caratteristico mercato di Ortigia. Imperdibili poi la Fontana di Diana e la maestosa ed elegante Piazza Duomo. Consigliamo di mangiare o bere qualcosa in uno dei tanti localini che si affacciano sulla Fontana Aretusa per poi proseguire fino al Castello Maniace.

Nella parte di Siracusa più nuova, ovvero quella sulla costa siciliana, si trovano il grande Parco archeologico della Neapolis che include opere di varie epoche: il Teatro Greco, l’Anfiteatro Romano, il famoso Orecchio di Dioniso e le Latomie della Neapolis.

Il Parco dell’Etna

Non possiamo non includere tra le cose da visitare durante un viaggio in Sicilia la principale attrazione naturale dell’isola: il Parco dell’Etna. D’inverno località sciistica e d’estate area di trekking e percorsi per escursionisti.

L’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, è il re del parco ed incombe ̶ a volte benevolo, altre minaccioso ̶ su Catania e dintorni. Il suo profilo scuro è inconfondibile, simbolo della forza incontrollabile della natura e visibile da diverse zone della Sicilia, anche molto distanti da Catania.

Lampedusa e Isola dei Conigli

Come non includere il mare tra le meraviglie della Sicilia da visitare. E non un mare qualsiasi, bensì quello di Lampedusa dove si trova quella che è stata nominata la spiaggia più bella del mondo dalla community di Tripadvisor: l’Isola dei Conigli. E se per alcuni potrebbe non esserlo, di certo questa spiaggia non ha nulla da invidiare a mari più noti nel mondo, come quello delle Mauritius.

Sull’isola è anche presente un aeroporto che permette di raggiungere l’isola dal continente con piccoli aerei.

Scala dei turchi

Quando il mare si unisce a paesaggi unici ed intatti, lo spettacolo è assicurato. E la Scala dei Turchi è di certo uno spettacolo tutto siciliano che attira migliaia turisti e locali.

Si tratta di una scogliera bianchissima composta di marna (una particolare roccia calcarea e argillosa) e che sembra fatta a gradini, come una scala che conduce al mare scristallino. Il nome deriva da una leggenda secondo la quale i turchi, giunti sulla costa siciliana via mare, sbarcarono e risalirono questa scala di roccia per raggiungere i primi paesi sulla terraferma.

Conclusioni

Concludiamo qui la nostra selezione delle cose da vedere in Sicilia, ma solo perché altrimenti dovremmo dilungarci all’infinito. Di luoghi da visitare in Sicilia, infatti, ce ne sarebbero ancora moltissimi: da Piazza Armerina a Taormina, da Favignana a le Gole dell’Alcantara. Inoltre, confrontandovi con la gente del luogo potrete farvi consigliare luoghi affascinanti da vedere al di fuori dei consueti circuiti turistici. Anche per questa ragione è consigliabile il noleggio di un’auto a lungo termine: massima libertà e praticità di spostamento sarebbero la ciliegina sulla torta di un viaggio intenso ed indimenticabile.



Potrebbe interessarti

Il Clima alle Maldive: temperature e meteo nelle isole

Il clima alle Maldive è di carattere tropicale e condizionato dalla presenza dei monsoni. I venti monsonici caratterizzano due stagioni: l’inverno asciutto e l’estate umida.

Leggi tutto...

San Francisco: com’è il clima?

Gli Stati Uniti rappresentano sempre tra le mete più gettonate per effettuare dei viaggi all'estero e tra le varie località americane più ambite vi è senza alcun dubbio l'affascinante e vivace San Francisco, in California. Questa, infatti, è considerata la più europea tra le metropoli statunitensi e presenta, a coloro che la visitano, una sorta di miscuglio tra stili architettonici, cultura e tradizioni delle due sponde dell'oceano Atlantico.

Leggi tutto...

Come organizzare una crociera sui Fiordi Norvegesi

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Una delle mete più affascinanti per una crociera d ricordare è la Norvegia, una nazione caratterizzata da un paesaggio di grande impatto e spesso del tutto incontaminato. Per queste ragioni parliamo di un luogo molto ricercato per trascorrere le vacanze su una nave, per questo una crociera sui fiordi norvegesi è un’esperienza indimenticabile, che ti fa vivere appieno queste straordinarie bellezze della natura che possono essere gustate a pieno solo per mare.

Località e luoghi da visitare in Norvegia


Per organizzare una crociera sui fiordi norvegesi c’è innanzitutto da capire il giusto itinerario, scegliendo tra le molte promozioni offerte dalle compagnie marittime, quella più vicina alle proprie esigenze.

Inoltre bisogna tenere in considerazione la durata della vacanza, in quanto si tratta di un territorio estremamente ampio in cui le crociere più lunghe, che arrivano molto a nord nelle prossimità del Circolo Polare Artico, possono durare anche due settimane.
Tra i luoghi più belli da visitare ci sono assolutamente i fiordi norvegesi di Geiranger, nota per ospitare la via dei Troll, una valle magica con un paesaggio surreale ed emozionante.

Non può assolutamente mancare una gita ai fiordi di Oslo, la capitale, che con le sue moltissime isole è un luogo perfetto per passare qualche giorno contemplando la calma di questi posti unici al mondo, o per scendere e fare una passeggiata in una delle varie cittadine in uno stile tutto scandinavo.

Per i più coraggiosi segnaliamo anche Pulpit Rock (il suo nome originario sarebbe Preikestolen), una roccia che cade a picco sul fiordo di Lyse che con i suoi 600 metri di altezza consente di godere di un panorama incredibile.
Non essendoci nessun tipo di protezione è un itinerario particolarmente suggestivo ma, assolutamente non adatto per chi soffre di vertigini.

Quando partire?
Il periodo preferito per una crociera alla conquista dei fiordi norvegesi è sicuramente periodo estivo, quando il ghiaccio e le temperature polari si defilano lasciando il posto all’incredibile spettacolo tratteggiato dal risveglio della natura nordica. Partire da maggio a settembre assicura un clima mite e giornate calde e notti fresche, ideali per dormire serenamente.
Ovviamente non bisogna confondere il periodo estivo della Norvegia con quello italiano, quindi è raccomandabile preparare un abbigliamento adatto, con vestiti adeguati sia a calde e soleggiate giornate di bel tempo, che a quelle più fredde e soprattutto ventose.

L’ideale quindi è partire in estate ma prepararsi con abiti primaverili, che possano essere tolti con facilità in caso di sbalzi termici, oltre a una reflex di buona qualità immancabile per immortalare i paesaggi di rara bellezza che solo questo spicchio di paradiso sa regalare ai fortunati visitatori!

Clima Venezuela: temperature e meteo della regione

Il clima del Venezuela cambia a seconda della regione. In linea generale, il clima Venezuela è di tipo Tropicale caratterizzato da due stagioni: la stagione secca e quella delle piogge.

Leggi tutto...

Carnet Trenitalia: ecco come risparmiare!

Per chi utilizza molto il treno, gli abbonamenti Trenitalia sono fondamentali. Ne esistono di diverse tipologie oltre che prezzo: prima dell'acquisto, scegliete bene in base all'utilizzo che farete della rete ferroviaria del paese.

Leggi tutto...

I più condivisi

Il clima in Asia: a cosa va incontro chi viaggia verso l'Oriente?

Parlare di vacanze in Asia significa aprire un mondo enorme per il quale non basterebbero anni. Le mete sono numerose e molto differenti: dai territori selvaggi del Laos, alla densissima Cina; dall'antica Cambogia all'ipertecnologico Giappone.

Leggi tutto...

Alla scoperta dei Caraibi: meteo e temperature

ll clima ai Caraibi è tipicamente tropicale. Le temperature sono gradevoli e si attestano su una temperatura media annuale di 25 gradi centigradi con un’escursione termica da una stagione all'altra di circa 3°C o 5°C, per 365 giorni l'anno, rendendo il mare caldo e piacevole.

Leggi tutto...

Clima subtropicale: quali zone interessa?

Il clima Subtropicale è presente in quelle aree geografiche al di sotto del Tropico del Capricorno e al di sopra del Tropico del Cancro e i 40° di Latitudine, in entrambi gli emisferi Australe e Boreale.

Leggi tutto...

Clima Appenninico in Italia: meteo e temperature

Il clima Appenninico influenza tutta la catena montuosa appenninica che si estende lungo l’Italia peninsulare.

Leggi tutto...

Una vacanza fai da te In Sardegna...mete e noleggio barca a vela

La Sardegna è uno dei luoghi più apprezzati da parte dei turisti durante il periodo estivo. Sull'isola sarda ci sono moltissime mete consigliate da visitare per vivere un'esperienza indimenticabile.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Tarragona: per una vacanza in spiaggia “panem et circenses”

Una città assolutamente da visitare della Spagna, in cui la storia e l’arte si sono fusi nella vita quotidiana, è Tarragona sulla costa Daurada. La città gode del clima temperato e mite tipico delle zone che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Inoltre la località offre bellezze uniche e particolari tanto che l’insieme archeologico della città catalana è stato definito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Alto Adige: vacanze innevate per gli amanti degli sport invernali

Organizzare una vacanza nei mesi invernali in Alto Adige vuol dire vivere una bellissima esperienza fra i paesaggi meravigliosi delle Dolomiti godendo delle piste innevate e dei sentieri che riescono ad accontentare anche il turista più esigente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Clima Mauritius: quando visitare il paese

Da diversi anni sono considerate una delle mete turistiche migliori da visitare per vacanzieri italiani ed europei in generale, le Isole Mauritius rappresentano un vero e proprio paradiso terrestre per coloro che vogliono rilassarsi in un ambiente naturale bellissimo e selvaggio, tuttavia senza rinunciare a diversi comfort.

Leggi tutto...
Go to Top