Si trova in provincia di Trento l’unico gruppo dolomitico che sorge ad ovest del fiume Adige. Si tratta delle Dolomiti di Brenta, una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali, che si sviluppa per circa 40 km da nord a sud e per circa 12 km da est a ovest all’interno del parco naturale Adamello-Brenta.

Un territorio che si contraddistingue per le imponenti strutture rocciose, per i vividi colori (all’alba e al tramonto le rocce si colorano di rosa) e per gli ampi e suggestivi panorami. In questo tratto di montagna sono presenti oltre dieci rifugi oltre ad una serie di elevate cime (le più alte sono Cima Tosa, Crozzon di Brenta e Cima Ambiez, tutte oltre i 3100 metri) che si affacciano su località turistiche molto famose come Madonna di Campiglio, Pinzolo, Molveno, Andalo e Dimaro Folgarida (quest’ultimo noto per essere da anni il ritiro estivo del Napoli calcio).

Le Dolomiti di Brenta offrono da oltre un secolo la possibilità ad escursionisti e appassionati di raggiungere anche le vette più aspre, grazie ad una serie di sentieri perfettamente attrezzati. Da queste parti sono infatti presenti molte vie ferrate, che consentono anche ai meno esperti di montagna di affrontare i tanti percorsi che si snodano attraverso le pareti rocciose. Vediamo insieme quali sono alcuni tra i più suggestivi.

Via ferrata delle bocchette centrali

Tra le vie ferrate Dolomiti di Brenta più famose, troviamo la via delle bocchette centrali. Un percorso di circa 4 chilometri e 4 ore di durata complessiva, che conduce al cospetto di alcune tra le cime più maestose di queste zonecome la Torre di Brenta, il Crozzon, il Campanil Basso e il Campanil Alto e il Brenta alto.

Un itinerario davvero mozzafiato, articolato interamente tra i 2500e i 2800 metri di altezza per regalare sorci di ineguagliabile bellezza dal punto di vista paesaggistico. Si tratta di un percorso che presenta non pochi passaggi tecnici, consigliato quindi ad escursionisti esperti, ma perfettamente dotato di funi metalliche e scalette per la scalata.

Via ferrata Osvaldo Orsi

Un altro sentiero di media difficoltà e di impareggiabile bellezza è quello della via ferrata Osvaldo Orsi. Qui il dislivello è piuttosto elevato ma ci sono meno passaggi tecnici rispetto alla via delle bocchette centrali. L’itinerario prevede circa cinque ore di passeggiata per oltre 7 chilometri che collegano i rifugi Tuckett e Pedrotti. Il sentiero si sviluppa su una ghiaia stretta ma attrezzata, che costeggia la Busa degli sfulmini e la Busa degli armi, due catene che si stagliano lungo la parte orientale delle Dolomiti di Brenta.

Alfredo Benini

Questa è una delle vie ferrate considerate più semplici e adatte quindi anche a chi si trova alle prime armi con i sentieri attrezzati. Su questo percorso panormaico si giunge alle pendici di cima Falkner (circa 3mila metri di altitudine), una zona molto frequentata da alpinisti ed escursionisti. L’accesso tramite la cabinovia e lo scarso dislivello rendono questo itinerario piuttosto agevole, compatibilmente con delle condizioni meteo adeguate. Il percorso prevede 7 chilometri circa di passeggiata per circa 5 ore.

Claudio Costanzi

Questa è una vera e propria via alpinistica, situata nella parte nord del Gruppo del Brenta e non adatta a tutti. Si tratta infatti di un percorso di oltre 12 chilometri, che si dipanano lungo sentieri solitari ed esposti.

Sono necessarie circa dieci ore di cammino, un’ottima condizione fisica e una preparazione adeguata per affrontare creste strette e dislivelli imponenti. Questo itinerario regala panorami davvero maestosi e la possibilità di ammirare la natura incontaminata in tutta la sua selvaggia bellezza.

Potrebbe interessarti

In vacanza con la babysitter

E’ già tempo di pianificare le vacanze estive o, probabilmente, le avete già programmate. Avete mai pensato di portare la babysitter in vacanza con voi? Potrebbe essere un valido aiuto! E’ come una ragazza alla pari che, però, in questo caso vive con la famiglia solo per la durata della vacanza. Ecco i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta:

Leggi tutto...

Assicurazione medica per il tuo viaggio: ecco come fare

Ecco finalmente arrivato il momento di partire ed andare in vacanza! Prima di cimentarsi nella preparazione delle valigie è bene mettere in pratica tutti i consigli di viaggio proposti dalla vostra agenzia, primo fra tutti, la stipula di un’assicurazione medica per il vostro viaggio.

Leggi tutto...

Vaccinazioni per Zanzibar: cosa prendere prima del viaggio

Prima di recarsi a Zanzibar, così come in altri paesi tropicali e dell'Africa in genere, è bene conoscere quella che è la situazione sanitaria, e se è il caso di effettuare particolari vaccinazioni prima della partenza.

Leggi tutto...

Clima Caraibi: per una vacanza senza sorprese!

Il clima ai Caraibi è tropicale, caratterizzato da due stagioni principali.

Leggi tutto...

Parco Safari: a Murazzano 70 ettari di natura incontaminata e specie animali

Il Parco Safari di Murazzano è un’area di circa 70 ettari, nata nel 1976, che ospita tantissimi animali in un habitat naturale e incontaminato. Nel Parco Safari vivono circa 350 animali corrispondenti a più di 40 specie diverse. Il Parco ospita anche delle specie minacciate e a rischio di estinzione come le tigri siberiane.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Meteo Cappadocia in Turchia: conosci questo posto suggestivo?

La Cappadocia è una terra magica che si trova nell'Anatolia centrale, in Turchia. Il territorio di questa zona ha un aspetto molto particolare che la rende il luogo perfetto dove ambientare favole e antiche leggende. 

Leggi tutto...

Clima Cuba: ecco come preparare le valigie!

ll clima di Cuba è di tipo subtropicale, più temperato rispetto ad altre isole caraibiche e presenta inverno secco ed estate umida. La stagione secca si sviluppa tra novembre e aprile, mentre la stagione umida va da maggio a ottobre.

Leggi tutto...

Temperatura e clima a Sharm el Sheik: quando partire?

Il clima è di tipo equatoriale asciutto. La mancanza, quasi assoluta, di precipitazioni, rendono la temperatura di Sharm più accettabile.

Leggi tutto...

Spiagge Mauritius: un paradiso da scoprire!

Chiunque si reca alle Mauritius, soprattutto se si tratta della prima volta, non può fare altro che condividere le parole di Mark Twain che nel 1885 definì le Mauritius come un “Eden”, spingendosi ad affermare che “Dio creò prima le Mauritius e poi il paradiso terreste”.

Leggi tutto...

Clima Caraibi: per una vacanza senza sorprese!

Il clima ai Caraibi è tropicale, caratterizzato da due stagioni principali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Vacanze nel Salento? Dove conviene andare

Le località marittime e dell’entroterra, lo splendido mare, le spiagge e l'ottima cucina, hanno reso il Salento una delle mete più ambite per le vacanze estive. Infatti, il Salento offre soluzioni adatte a tutte le esigenze, dai gruppi di amici che desiderano divertirsi alle famiglie con bambini che amano la tranquillità e il relax in spiaggia, ciascuno può trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Clima del Brasile: cosa mettere in valigia?

Il Brasile occupa un territorio molto vasto, pari a 20 volte la grandezza del territorio italiano. Per tale ragione non è possibile parlare di un clima unico per tutto il paese.

Leggi tutto...
Go to Top