La Cappadocia è una terra magica che si trova nell'Anatolia centrale, in Turchia. Il territorio di questa zona ha un aspetto molto particolare che la rende il luogo perfetto dove ambientare favole e antiche leggende. Nel corso dei secoli fu abitata da numerose popolazioni, inizialmente era utilizzata dagli eremiti cristiani e dagli anacoreti come rifugio di pace e tranquillità, poi fu abitata da popolazioni che ricavarono delle abitazioni scavando nel tufo e infine fu conquistata dal popolo bizantino.

La zone più popolata era la meravigliosa e suggestiva Valle di Goreme, ma anche la parte sotterranea della regione era abitata. La città sotterranea che ospitava più persone e che aveva le dimensioni maggiori era Derinkuyu, utilizzata spesso anche come rifugio segreto contro le incursioni delle popolazioni nemiche.

Per quanto riguarda il meteo di questa regione, Il periodo migliore per viditare la Cappadocia è giugno-luglio. Anche a fine ottobre la meta non dovrebbe riservare sorprese in quanto ci sono temperature piacevoli.

Meteo in Cappadocia (Turchia). Cosa vedere in Cappadocia

Una delle particolarità delle Valle del Goreme è la presenza di città costruite sottoterra, come Mazi, Derinkuyu, Kaymakli e Ozkonak.

Le città da visitare

La capitale, Nevsehir, è una indimenticabile città, ricca di monumenti e importanti strutture. Una delle bellezze storiche di Nevsehir è senza dubbio il Castello Selgiudiche, che si trova sulla cima di una collina e dal quale si gode un ottimo panorama. Anche la Moschea di Kursunlu è un monumento che resterà nel cuore di chi lo visita. Questa struttura fu costruita in onore del gran Vizir Damat Ibrahim Pasa, vicino la Moschea sono presenti anche una biblioteca, un ospizio e una medrese.

La pittoresca cittadina di Avanos è un'altra bellezza da non perdere. Avanos sorge sulle rive del Fiume Rosso, ed ha un'architettura diversa dal resto del paese che la rende unica e originale. Durante il mese di agosto, in questa città è organizzato il Festival del Turismo e dell'Arte. Il prodotto artigianale più conosciuto è la ceramica.

Come arrivare in Turchia

Dall'Italia si può raggiungere anche attraverso la fitta rete di strade e autostrade presenti. Anche il treno è una valida e comoda opzione per raggiungere la Turchia, se si desidera viaggiare con questo mezzo sarà necessario come per l'aereo prima raggiungere una delle città principali turche e poi recarsi in Cappadocia prendendo uno degli autobus locali.

Dove alloggiare

Sicuramente uno dei modi migliori per vivere la regione in tranquillità è affidarsi a uno dei numerosi hotel di alta qualità che si possono trovare nella regione.
Questa scelta vi porterà, magari, a sacrificare un po' di libertà personale – visto che gli hotel tendono ad avere orari prestabiliti per una serie di servizi – ma sicuramente non mineranno la vostra serenità dovendovi preoccupare dei pasti oppure di altri piccole incombenze: la qualità, infatti, si misura non solo nei servizi “classici” degli alberghi ma anche nella capacità dello staff di aiutare i clienti in qualsiasi circostanza.

Per questa ragione, vi segnaliamo alcune sistemazioni che crediamo possano soddisfare le vostre esigenze.
L'Hezen Cave Hotel si trova in Ortahisar ed è vincitore del Travellers' Choise di TripAdvisor nella categoria “Miglior Servizio”. Qui tutto è curato al minimo dettaglio: soprattutto è da notare la bellissima struttura con giardino e terrazze e la preparazione dello staff. Anche la posizione è ottima, perfetta come punto di partenza per scoprire la regione.

Il Gorem Inn Hotel è parimenti vincitore del Premio ma nella categoria “Piccoli Hotel”. Si trova nella parte bassa di Gorem, quindi immerso completamente nelle vecchie chiese e costruzioni, il che non guasta l'impatto dell'albergo ma anzi permette di respirare l'antichità del luogo.

Muoversi in Cappadocia

Meteo in Cappadocia (Turchia)

Anche qui la scelta sembra ovvio: il miglior modo di muoversi è noleggiare un auto in Cappadocia (Turchia).
È possibile operare questa scelta già dall'Italia: i portali di riferimento sono molto, come ad esempio Autonoleggio-online.it, ma una ricerca sul web potrà offrire numerosi risultati.

Alcune compagnie offrono peraltro pacchetti “fly&drive”, ovvero comprensivi anche del noleggio della vettura. Mettono poi a conoscenza i turisti degli itinerari migliori e i servizi comprendono l'assicurazione dell'auto e chilometraggio illimitato. Un esempio è la compagnia LaTurchia.com, che propone bellissimi pacchetti che toccano anche zone diverse.

Bodrum: mare tra occidente e oriente

A metà strada tra Occidente ed Oriente la regione turca si propone al turista come sinonimo di: bazar esotici, bellissime spiagge, catene montuose (es. Tauro) e di antiche rovine. Lo stesso si può dire di Bodrum in Turchia

La regione è diventata negli ultimi anni un paese che, pur mantenendo le proprie tradizioni culturali, è stato felice di condividere con turisti e visitatori in viaggio le sue bellezze naturali e paesaggistiche e la sua storia.

La Turchia offre diverse opportunità al turista: dallo sci allo snorkeling, dai viaggi culturali alle vacanze in riva al mare. Una delle località più belle per le vacanze al mare è Bodrum.

Bodrum (Turchia) è un piccolo centro che si trova sulla costa occidentale dello stato. È caratterizzato da un maestoso castello di origine medievale che rappresenta (oggi come in passato) il punto di riferimento per le navi che approdano nella Baia. Il Castello è stato costruito dai cavalieri di Rodi e si affaccia su un mare dalle acque trasparenti. La località è stata sempre ricordata come la città dei cantieri navali.

Meteo in Cappadocia (Turchia). Una città storica della Turchia

Bodrum in Turchia è la città natale di Erodoto, allora chiamata Alicarnasso. Tale aspetto suggerisce il fatto che la città sia anche un luogo di storia, in cui è possibile visitare luoghi antichi molto interessanti sotto il profilo storico- culturale.

Oggi è una delle più belle zone della costa turca: un mare cristallino che si affaccia sulle numerose grotte e baie da visitare. Le baie ospitano: ristoranti locali e internazionali, case dalle facciate bianche come la sabbia, eleganti negozi e vicoli lastricati.
Chi sceglie Bodrum, o la Turchia in generale, sceglie il mare limpido e le spiagge di sabbia bianca.

Fra le più belle, è possibile citare Gümbet. Si tratta del litorale più vicino alla località. Con i suoi hotel, discoteche e locali è come se costituisse una città a sé stante. Perfetta per i giovani e per chi vuole divertirsi fra musica ed immersioni subacquee.

Bitez, invece, a 7 km, è una delle spiagge migliori per gli sport acquatici grazie alle sue acquee poco profonde.

Più lontano, a 24 km, si staglia Gumusluk, un villaggio ancorato al passato perché sede del sito archeologico di Myndos presso il quale una visita è d'obbligo. Il paese infatti mantiene lo stile semplice e antico di secoli fa che, unito alle bellissime spiagge, rende la località un'interessante meta turistica.

Meteo in Cappadocia (Turchia)

Oltre le spiagge, Bodrum in Turchia offre un'ampia scelta di siti archeologici presso i quali è ancora possibile respirare la storia greca.

È stato già citato il Castello della città (detto “Di San Pietro”). Un esempio quasi ancora intatto di architettura medievale. Occupa una superficie di 2800 m² e ospita al suo interno un museo di reperti trovati nelle spiagge vicine.

Didyma è un villaggio vicino caratterizzato dai resti di un tempio di Apollo. Questa località viene spesso associata a Priene, una cittadella vicina presso la quale è allo stesso modo possibile visitare i resti di antiche costruzioni greche.

Nessun buon turista potrebbe pensare di trascurare Efeso. Si tratta del sito più visitato in Turchia e fra i meglio conservati nel mondo. I luoghi da visitare sono numerosi. Si può iniziare dalla Via Sacra, che collega l'Anfiteatro con la Porta di Augusto. La Via segue il perimetro dell'Agorà, che presenta una pavimentazione in marmo.
Nelle vicinanze di trova la Biblioteca di Celso, spettacolare nella sua imponenza: si dice che nel periodo di massimo splendore ospitasse 12.000 rotoli.
Poi si passa per il Grande Teatro, esempio di un'attenzione per l'acustica senza eguali nonostante sia stato costruito millenni addietro.
Continuando si può intraprendere la Via dei Cureti che costeggia numerosi siti interessanti fra cui la Porta di Ercole e l'Odeon.

Il mausoleo di Alicarnasso è la tomba monumentale che Artemisia fece costruire per il Satrapo della Caria, suo marito nonché fratello, Mausolo, nel 351 a.C. Era una delle sette meraviglie del mondo ma fu distrutto da un terremoto. Oggi ne rimangono solo delle splendide rovine.

Per consigli su cosa visitare e in che periodo, vi rimandiamo al portale dedicato alla Turchia dal sito del Sole24Ore – Viaggi.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group