Organizzare un viaggio fai da te in Sardegna è la scelta ideale se desideri visitare il territorio dando priorità alle mete che non vuoi proprio perderti. Da dove cominciare? Quali aspetti non devi sottovalutare? Oggi vogliamo darti qualche dritta per rendere la tua vacanza indimenticabile: da affittare una macchina alla scelta delle mete da visitare.

Sei pronto? Iniziamo!

1 - Come arrivare in Sardegna

È possibile raggiungere la Sardegna sia via mare che via cielo. L’isola è ben collegata con le principali città italiane e di diverse parti del mondo, consentendo collegamenti semplici e immediati.

Iniziamo dai porti. Se preferisci prendere la nave o il traghetto per arrivare in Sardegna, e nel mentre godere del bel panorama durante tutta la traversata puoi scegliere tra diverse tratte che durano in media dalle 8 alle 12 ore, a seconda della tratta e della compagnia scelta.

  • Porto di Cagliari: collegato con Civitavecchia, Genova, Livorno, Napoli, Palermo, Trapani e Tunisi;
  • Porto di Porto Torre: collegato con Genova, Marsiglia e Tolone;
  • Porto di Olbia: collegato con La Spezia e Piombino;
  • Porto di Arbatax: collegato con Fiumicino.

Se invece preferisci prendere l’aereo, in Sardegna sono presenti tre scali aeroportuali:

  • l’aeroporto di Cagliari Elmas, a soli 7 km dal capoluogo sardo;
  • l’aeroporto di Olbia Costa Smeralda;
  • l’aeroporto di Alghero Fertilia.

2 - Quale stagione scegliere

Meglio l’alta stagione o la bassa stagione? Tutto dipende dall’obiettivo della tua vacanza. Se hai in mente di goderti il mare sardo e prendere la tintarella da sfoggiare al rientro dalle vacanze, non hai altra scelta che organizzare il viaggio in alta stagione. Altrimenti potrai scegliere un qualsiasi mese dell’anno. Il vantaggio della bassa stagione è che potrai evitare la ressa dei turisti e riuscirai a visitare con più facilità i principali punti di attrazione, incluse le spiagge.

La Sardegna ha un clima invidiabile e anche nelle stagioni più fredde, come l’autunno e l’inverno, è possibile avere temperature alte e cielo limpido.

3 - Come muoversi sull'isola

La soluzione migliore è scegliere l’auto a noleggio su misura in base alle tue esigenze di viaggio. Minivan, 4x4, utilitaria… ti basterà fare un giro nei siti delle agenzie di autonoleggio per trovare la vettura ideale in base al tipo di viaggio che intendi organizzare. Perché optare per il noleggio? Sull’isola esistono collegamenti con treni e autobus ma non sono il metodo ideale per chi desidera sfruttare ogni secondo della vacanza e ha ben chiare le mete che vuole raggiungere. I mezzi pubblici sono utili per raggiungere le principali città ma quando si tratta di località turistiche e punti meno frequentati la faccenda si complica. Ecco perché è preferibile avere un mezzo con cui spostarsi liberamente.

4 - Quali mete scegliere

sardegna

Se è la prima volta che visiti la Sardegna il consiglio che ti diamo è quello di alternare le zone più turistiche a mete meno conosciute. Andare in Sardegna e non visitare Cagliari, la Costa Smeralda o Villasimius sarebbe impensabile. Se invece sei già stato in queste località ti suggeriamo di organizzare il tour dell’isola concentrandoti su zone meno esclusive ma capaci di regalarti un’esperienza fantastica. In questo modo potrai conoscere le tradizioni più riservate, tramandate di generazione in generazione, la cucina tipica, partecipare a feste e sagre ma anche scoprire l’artigianato, i tessuti e la gioielleria.

5 - Consigli pronti all’uso

Per concludere, vogliamo darti alcuni consigli pronti all’uso per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Vuoi assaggiare la cucina tipica senza le rivisitazioni fatte dai ristoranti turistici? Prova un agriturismo. Se è vero che in Sardegna anche i ristoranti nella maggior parte dei casi seguono le ricette tradizionali, nulla può reggere il confronto con gli agriturismi!

Lo sapevi che in Sardegna c’è sempre vento? Chi abita sull’isola non ci fa neanche caso ma chi arriva da fuori rimane sorpreso da questo vento costante, che sia una semplice brezza o folate più importanti, il vento è un fedele compagno di viaggio. Attenzione soprattutto in spiaggia: a volte il vento tende a mitigare l’intensità del sole mietendo numerose vittime di bruciature. Ricorda di mettere sempre la crema solare onde evitare brutte sorprese. Può sembrare una banalità ma quando arriverai in Sardegna ti renderai conto di quanto sia importante non sottovalutare la protezione solare.

Infine, quando organizzi il tuo itinerario ricordati di informarti bene sulle località scelte. Nel caso delle spiagge ad esempio, esistono delle limitazioni sugli accessi, come ad esempio la spiaggia di Tuerredda, e dei regolamenti precisi che puoi visionare anche all’ingresso delle spiagge, come ad esempio per quanto riguarda la spiaggia di Is Arutas.

Sei pronto a organizzare la tua vacanza? Allora Non ci resta che augurarti buon viaggio!

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Vacanza a Maiorca e alle Baleari: l'idea vincente, non solo in estate

Siamo nel pieno del freddo e dei mesi invernali: sognare il caldo e l'estate non è certo un delitto! Che ne direste, poi, se vi dicessimo che a poco più di un'ora di volo dall'Italia esiste un posto che fonde lo spettacolare clima dei Tropici con la storia e l'antichità dell'Europa, il divertimento di una capitale europea e la possibilità di rilassarvi in mezzo a una natura spettacolare? Non strabuzzate gli occhi: questo luogo fantastico esiste e si chiama Maiorca, la più grande delle isole Baleari, in Spagna.

Clima in Marocco: scopri le temperature del paese!

Immagine usata nell'articolo Clima in Marocco: scopri le temperature del paese!

Il clima in Marocco è vario a seconda della regione, in linea generale il clima in Marocco può essere definito clima continentale con precipitazioni non troppo intense nell’entroterra e di tipo mediterraneo lungo le coste.